Pingvellir - Tropical Spirit Blog

Circolo d’Oro in Islanda cosa vedere tra geyser e cascate

Ultimo aggiornamento il 25 Giugno 2024 da tropicalspirit

L’Islanda è uno dei luoghi più irreali del nostro continente, un cocktail di vulcani, ghiacciai, geyser e soffioni. In tutta l’isola puoi assistere a spettacoli di grande effetto, ma già a pochi chilometri dalla capitale Rekyavik si trova un percorso straordinario che racchiude già numerose bellezze d’Islanda. Sto parlando del Circolo d’Oro un itinerario che si estende per circa 300 km e tocca tre attrazioni straordinarie: il Pingvellir National Park, le bellissime cascate di Gulfoss e i famosi Geyser. Un giro ormai turistico proprio perché così vicino alla capitale eppure sempre sorprendente, se vuoi scoprire il Circolo d’Oro in Islanda cosa vedere e come organizzare la visita ecco il post che fa per te.

Golden Circle - Tropical Spirit Blog

Golden Circle

Quanto tempo ci vuole per vedere il Circolo d’Oro in Islanda

L’Islanda è un’isola che offre davvero tanto, a seconda dei giorni a disposizione è possibile modulare il proprio itinerario. Normalmente in un viaggio di una settimana o di dieci giorni si dedica un solo giorno all’esplorazione del Circolo d’Oro. L’itinerario classico infatti tocca tre punti imperdibili che racchiudono un pò le caratteristiche tipiche dell’Islanda: area geotermica e cascate.  Le tre attrazioni sono abbastanza vicine e  si vedono tranquillamente in 5 o 6 ore.  L’are poi presenta ovviamente possibili percorsi di trekking, bagni termali e molto altro per cui ciò non toglie che se si avessero più giorni a disposizione si può approfondire tutto con più calma.

cosa vedere nel Circolo d'Oro in Islanda - Tropical Spirit Blog

cosa vedere nel Circolo d’Oro

Come visitare il Circolo d’Oro in Islanda

Il Circolo d’Oro essendo vicino a Reykiavik può essere visto in vari modi. Dalla capitale partono diverse escursioni, un modo decisamente comodo per scoprire tutta l’area. Se sei interessato ti posso suggerire questa escursione del Circolo d’Oro.

In alternativa il modo classico per visitarlo è noleggiando un auto, in questo caso l’itinerario  potrà essere fatto autonomamente senza vincoli di orari o di tappe prestabilite. Il percorso è ben segnalato, la segnaletica è chiara, le strade sono ben asfaltate per cui tutto è  facilmente raggiungibile. Evitando poi i momenti di maggiore affollamento la visita potrà essere ancora più bella.  

Se invece stai pensando a fare un viaggio organizzato in Islanda partecipando a un tour precostituito non preoccuparti perché il Circolo d’Oro viene sempre inserito in un itinerario in Islanda.

Circolo d'Oro in Islanda cosa vedere - Tropical Spirit Blog

Circolo d’Oro in Islanda cosa vedere

Cosa vedere nel Circolo d’Oro in Islanda in un giorno

Entrando nel vivo della mia esperienza ti racconto cosa vedere nel Circolo d’Oro in un giorno.  Io ho infatti ha percorso l’intero periplo dell’isola, puoi trovafre il mio itinerario di due settimane in Islanda in questo post.

Avendo visto tutta l’isola posso dire che ho trovato questa parte più affollata e commerciale di altre parti d’Islanda dove al contrario ho trovato poca gente anche in agosto, come ad esempio nella zona dei fiordi occidentali, tuttavia il percorso è memorabile e non può assolutamente essere tralasciato.

Circolo d'Oro cosa vedere - Tropical Spirit Blog

Islanda Circolo d’Oro

Tappe itinerario Circolo d’Oro

In un paesaggio aspro e selvaggio si trovano i tre principali luoghi di questo cerchio magico: Pingeviller, punto d’incontro delle fasce tettoniche, Geyser, dove l’acqua sgorga più di cento volte al giorno, Gullfoss,una delle cascate più potenti d’Islanda.

Parco nazionale di Pingvellir

Il parco nazionale di Pingvellir è il sito storico più importante di tutta l’Islanda. E’ tutelato come parco nazionale dal 1928 e sito Unesco dal 2004. Nel 930 d.c. i Vichinghi vi fondarono il primo parlamento democratico del mondo l’ Alþingi che continuò a svolgere il suo ruolo fino al 1798.  Da allora qui si sono svolti tutti i fatti salienti del paese come la  fondazione della repubblica nel 1944 o la scelta del cristianesimo come religione, ancor oggi quando c’è un avvenimento importante gli islandesi si riuniscono qui.

Il sito si trova poi in un ambiente naturale di grande suggestione in un’immensa vallata tra fiumi e cascate.

Che cosa vedere nel parco nazionale di Pingvellir

Il primo consiglio è di raggiungere il Centro Visitatori dove è possibile vedere l’estensione  del parco e muoversi verso le varie attrazioni.

Placche tettoniche

Il sito è poi importante per essere punto di confine tra le placche tettoniche, qui infatti è possibile  vedere le spaccature tra le placche continentali eurasiatica e americana. L’ Islanda è infatti l’unico paese in cui la dorsale atlantica può essere vista al di sopra del livello del mare. Questo è il posto migliore per tale osservazione.  Ricordi ciò che si studiava sui libri di scuola? Ecco qui è visibile a occhio nudo e si dice che le due placche terrestri si spostino di 2 centimetri l’anno. La pianura quindi è segnata da spettacolari fenditure e un sentiero suggestivo corre lungo la faglia. La faglia di Almannagjà forma un canyon di 5 km.

fossa tettonica Islanda - Tropical Spirit Blog

fossa tettonica

Alþingi

Vicino a faglia di Almannagjà si trova La Roccia della Legge è il punto preciso in cui ogni anno si radunava il Parlamento, dopo la conversione dell’Islanda al cristianesimo venne spostato in un altro punto in cui grazie alla conformazione del territorio si creava un effetto autoparlante naturale, il punto esatto è ora indicato dalla bandiera islandese.

Cascata Öxaráfoss

A nord dell’ Almannagjà si trova la cascata di Öxaráfoss creata artificialmente affinché il fiume Oxarà potesse defluire nella pianura.

cascata Öxaráfoss - Tropical Spirit Blog

cascata Öxaráfoss

Geysir

Nell’area geotermica di Haukaladur, una valle di sorgenti termali con pozze di colore azzurro trasparente ed elementi minerali multicolore, si trova Geysir, la sorgente d’acqua calda da cui tutti gli altri geyser hanno preso nome. Si presenta all’improvviso, non è quello di una volta che raggiungeva i 60 metri di  metri di altezza addirittura i 120 nel 2000, ora alterna periodi di attività ad altri di inattività. Da qualche tempo è addormentato, forse come dice qualcuno perché i turisti hanno buttato nel suo cratere troppi sassolini. Nel frattempo lo spettacolo è affidato a un fratello minore, lo Sokkur: ogni 5 minuti la bolla d’acqua nel suo cratere comincia a gonfiarsi per poi esplodere in un poderoso getto d’acqua che si innalza per una ventina di metri.

Oltre ai due geyser qui si possono ammirare tante piccole sorgenti che spaziano dal turchese al rosso a seconda dei minerali disciolti all’interno.

Geyser Islanda - Tropical Spirit Blog

Geyser Islanda

Cascata Gullfoss, la cascata d’oro

Un’altra meraviglia a pochi minuti d’auto è la cascata Gullfoss: due enormi pareti d’acqua alte 32 metri  che si riversano fragorosamente in un grandioso canyon. Nelle giornate di sole gli spruzzi della cascata creano scintillanti arcobaleni. In inverno invece spesso buona parte della cascata è ghiacciata. Intorno alla cascata è stato allestito un percorso di passerelle per ammirare la cascata da vari punti. Gli schizzi qui sono notevoli copritevi con kway o impermeabili.

Si dice che molti anni fa uno straniero propose di comprare le cascate per costruirci una centrale elettrica, ma la figlia del contadino a cui apparteneva la terra si oppose strenuamente e andò fino a Rykiavik per perorare la causa della cascata. Missione riuscita come ricorda un busto eretto a memoria della caparbia e coraggiosa ragazza.

Le cascate sono davvero una grande bellezza islandese, ce ne sono di tutti i tipi se ti incuriosice il mondo delle cascate ti rimando al mio post le cascate più belle d’Islanda.

Circolo d0oro cosa vedere - cascata Gullfoss - Tropical Spirit Blog

cascata Gullfoss

Terme

All’interno dell’area del Golden Circle si trovano diverse zone termali come la Secret Lagoon, la sorgente termale naturale più antica d’Islanda risalente al 1891. Altra piscina termale è quella dal lago Laugarvatn. Immergersi in queste piscine naturali è una vera esperienza da provare in Islanda

In che stagione visitare il Golden Circle

Il Golden Circle può essere visitato durante tutto l’anno infatti anche in inverno il percorso è ben battuto e le strade tendenzialmente sono pulite. Tieni conto ovviamente che le ore di luce non sono molte per cui calcola bene i tempi della visita, per contro in inverno potresti avere la fortuna di vedere l’aurora boreale.

L’estate ovviamente è la stagione migliore per avere tante ore di luce e condizioni metereologiche migliori ma d’altronde in Islanda il clima è imprevedibile e cambia frequentemente per cui tanto vale risciare e partire quando si può, ogni momento può essere perfetto per la visita.

 

Potrebbe interessarti anche….

15 Comments

  • Reply
    ANTONELLA
    25 Giugno 2024 at 12:59

    Che paesaggi memorabili! Certo che per essere una tra le mete più battute dai turisti nelle tue foto vedo davvero pochissima gente, immagini che ti sia goduta al meglio gli spettacolari getti dei geyser ma soprattutto la meraviglia della cascata. Il Circolo d’Oro merita ben più di una giornata

    • Reply
      tropicalspirit
      26 Giugno 2024 at 21:56

      Sicuramente noi come sempre in un viaggio vogliamo vedere 1000 cose per cui pur avendo 15 giorni a disposizione ce n’è rimasto solo uno per il Circolo d’Oro!

  • Reply
    Veronica
    25 Giugno 2024 at 14:21

    Wow, davvero dei panorami incredibili che in un viaggio in Islanda non si possono perdere! La cascata è sicuramente un must, peró anche se il tempo è imprevedibile, cercherei di vedere il Circolo d’Oro in primavera!

    • Reply
      tropicalspirit
      26 Giugno 2024 at 21:49

      Certo la primavera sempre ottima stagione anche se qui è ancora abbastanza freddina, il panorama comunque ripaga dal freddo

  • Reply
    Annalisa Spinosa
    25 Giugno 2024 at 18:31

    Che paesaggi straordinari! sembrano innaturali! Peccato che potendo muoverci sono in inverno sicuramente potremmo trovare un clima alquanto ostile, credo. Mi piacerebbe però provare a fare un road trip da queste parti!

    • Reply
      tropicalspirit
      26 Giugno 2024 at 12:41

      Sicuramente in inverno il clima è più ostile non tanto per le temperature che non sono bassissime quanto che potresti trovare la neve che però ha sempre il suo fascino

  • Reply
    LA KRY
    26 Giugno 2024 at 12:09

    Mio marito spinge per percorrere il Circolo d’Oro ed un on the road in l’Islanda già da qualche anno, purtroppo per cause di forza maggiore non abbiamo colto il momento giusto e ora che è diventato di “moda” i prezzi si sono alzati e si rischia di trovare più turisti. Questo non vuol dire, ovviamente, che rinunceremo, l’importante è scegliere il mese giusto!

    • Reply
      tropicalspirit
      26 Giugno 2024 at 12:25

      Sì vero l’Islanda ormai è parecchio di moda però è così selvaggia che non preoccuparti dei troppi turisti sono sempre pochi, se riuscissi poi in mesi non di punta ovviamente ancora meglio

    • Reply
      Francesca Salcioli
      26 Giugno 2024 at 19:16

      Un viaggio che sogno da tempo! Potenza della natura a 360 °!Il circolo d’oro, di cui non ero a conoscenza, racchiude un concentrato di Islanda in poco spazio… preferirei andarci comunque in estate perché tra poca luce e freddo mi godrei il viaggio a metà.

      • Reply
        tropicalspirit
        27 Giugno 2024 at 11:15

        Sono s’accordo è il momento migliore l’estate visto il clima rigido dell’isola

  • Reply
    Eliana
    27 Giugno 2024 at 10:38

    É da molto tempo che desidero visitare l’Islanda e dopo che un mio carissimo amico è tornato da questa isola magica e mi ha fatto vedere le sue fotografie beh, la voglia è cresciuta ancora di più! Spero di visitarla e ovviamente non mi perderò il Circolo d’Oro!

    • Reply
      tropicalspirit
      27 Giugno 2024 at 11:12

      Fotograficamente è pazzesca una natura così estrema merita tutta di essere ripresa

  • Reply
    LARA
    27 Giugno 2024 at 17:50

    Decisamente stupefacente, ogni volta che leggo qualcosa su questa terra mi trovo qualche notizia in più. Ecco un altro argomento che non conoscevo: il circolo d’oro, QUINDI MI VUOI DIRE CHE C’è PIù DI UN MODO PER VISITARE L’ISLANDA? Ecco adesso sono diventata curiosa!

  • Reply
    Sara - Slovely.eu
    28 Giugno 2024 at 18:03

    Il Circolo d’Oro fu l’ultima tappa del nostro viaggio di una settimana on the road in Islanda qualche anno fa e sicuramente fu una delle zone più interessanti viste lungo il viaggio, nonostante il meteo, tanto per cambiare, non fosse dei migliori. Sicuramente una zona molto turistica, ma che merita assolutamente almeno una giornata intera di visita. Io non ho osato fare il bagno in una “mini-terma” naturale, ma il mio compagno sì e resta uno dei momenti che ricorda più volentieri di tutto il viaggio!

    • Reply
      tropicalspirit
      1 Luglio 2024 at 9:22

      Io ho fatto i bagnii termali al lago Myvtan, un pò di coraggio ci vuole ma effettivamente è una bella esperienza ne vale la pena

Leave a Reply